Centopercentoanimalisti

Home Forum SEAFISHING FORUM BAR Centopercentoanimalisti

This topic contains 7 risposte, has 6 partecipanti, and was last updated by  ^DRAYCON^ 7 years, 7 months fa.

Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Post
  • #201232

    ^DRAYCON^
    Partecipante

    Buongiorno ragazzi!!!
    Come da titolo, vorrei porre la vostra attenzione su questi personaggi che, come ben saprete, esercitano una lotta particolarmente aggressiva contro l'uccisione degli animali!!!
    Ora, non vorrei certo fare di tutta l'erba un fascio perché sono convinto che esista sia l'animalista intelligente che quello stupido… Anche per ciò che mi riguarda posso considerarmi un'animalista anche io visto che rispetto e adoro gli animali; però sono fermamente convinto che, come in tutte le cose, l'esagerazione e l'estremismo siano comunque sbagliati…
    Le persone facenti parte di questo movimento, a detta loro, sono tutti vegani per scelta… La loro filosofia pone di evitare il consumo di carne, pesce e i loro derivati (latte, formaggi, miele ecc) perché, secondo tale filosofia, in questo modo non si va a infierire negativamente sulla vita degli esseri viventi al di fuori dell'uomo!!! Questa lotta, che ormai portano avanti da diversi anni, non viene rivolta solamente a cacciatori e pescatori, che ritengono letteralmente degli assassini, ma contro chi utilizza gli animali per scopi alimentari, ricreativi e di ricerca… Infatti, se date uno sguardo al loro blog, vi accorgerete che vengono presi di mira non soro cacciatori e pescatori, ma anche allevatori e ricercatori!!!
    Una cosa che mi da particolarmente fastidio e di come si pongono tali personaggi… I loro slogan e le loro manifestazioni sono una vera e propria istigazione alla violenza con insulti pesanti; minacce e auguri di morte verso i suddetti interessati ma anche verso i loro cari come genitori e figli; gioiscono quando muore uno di questi e così via…
    Come tanti, anche io ho cercato di parlarci difendendo la nostra categoria, spiegando che ciò che fanno non è poi del tutto sbagliato, ma errano nel modo di porsi e nel giudicarci… Ho cercato di spiegare che noi stessi lottiamo verso il rispetto e la salvaguardia dei nostri mari, andando contro la pesca intensiva e abusiva; lottiamo verso chi sporca il mare e le nostre spiagge; lottiamo verso chi non rispetta le taglie minime e ho cercato di spiegare che si può praticare sia la caccia che la pesca nel pieno rispetto della natura… Beh è una battaglia persa in partenza… Sia io che come tanti altri, siamo stati insultati, presi per ignoranti e assassini!!!
    Cioè, quello che secondo me non capiscono e che in tanti hanno cercato di spiegare, è che il loro modo di porsi non porterà mai a nulla, ma dovrebbero cercare invece il dialogo civile e corretto…
    Ho avuto modo di vedere alcuni video delle loro manifestazioni e posso dire che la sola differenza tra questi e un Balck Bloc è l'abbigliamento, le motivazioni e il fatto che non sfasciano auto e vetrine… Il resto è uguale!!!
    Voi cosa ne pensate? A voi la palla…

    #339127

    ^DARIOCRETA^
    Partecipante

    Guarda è una questione complessa. Anch'io mi ritengo animalista, ma non mi piacciono i fanatismi. Rispetto chi non mangia carne, anche se il nostro organismo ha bisogno di proteine, per cui i vegan spesso prendono integratori alimentari, che non si trovano in natura, per sopperire alle carenze scientificamente dimostrate della loro dieta. Amo gli animali tutti ed anche i pesci, pratico il C&R con le prede piccole e le prede che decido di trattenere le mangio insieme alla mia famiglia o ai miei amici e non ci vedo niente di cruento o scandaloso. Il pescatore sportivo ha molto rispetto della natura e soprattutto delle prede che insidia, o almeno così dovrebbe essere. In merito alla filosofia vegetariana penso inoltre che quelli che la praticano siano tutti occidentali che vivono nel benessere: andassero a dire ai bambini del terzo mondo, che sono vegetariani per necessità, di non mangiare una bistecca alla fiorentina, se ne avessero la possibilità. Personalmente la trovo – non in tutti i casi, ovviamente – una moda snob, particolarmente diffusa nell'opulento Nord dell'Europa, insieme ad altre mode come lo yoga, le filosofie orientali e new age che si sono diffuse negli ultimi anni, specialmente al Nord, ma, ripeto, ognuno può fare quello che vuole. Ma se mi fanno la morale, in genere gli rispondo che loro hanno la possibilità di scegliere mentre altri nel mondo no, e in genere stanno zitti. Però ad esempio sostengo gli animalisti che liberano i cani rinchiusi negli allevamenti lager o quelli che si battono contro la sperimentazione sugli animali, di cui condivido la battaglia, che mi sembra molto seria: sono filosoficamente contrario alla sperimentazione sugli animali, perché penso che sia contro natura, nel senso che per curare le malattie degli uomini bisogna sperimentare sugli esseri umani (volontari) e non su altre specie: il cibarsi di altre specie fa parte del ciclo naturale, mentre sottoporre cani, cavie ecc. a torture inaudite per la ricerca – che sia sui cosmetici o sui farmaci – non è eticamente giusto. Ma è un mio parere personale: la specie umana per curare se stessa deve testare le terapie su se stessa. Le aziende farmaceutiche non fanno niente per la ricerca, si tratta di lobbies che non hanno alcun interesse a trovare farmaci – che comunque sarebbero costosissimi e non alla portata di tutti – per sconfiggere malattie inguaribile, conviene loro mantenere i farmaci e le terapie standard, che fruttano loro un maggiore profitto. Inoltre la ricerca e la sperimentazione, quasi ovunque nel mondo, non sono indipendenti, ma spesso finanziate dalle stesse lobbies farmaceutiche. Ma sarebbe un discorso molto lungo e forse OT.

    #339128

    ^DRAYCON^
    Partecipante

    Ciao Dario!!!
    Concordo in pieno con quanto dici!!! Parte della loro lotta ripeto è giusta e non è del tutto sbagliata… Io stesso trovo ribrezzo nella vivisezione; la sperimentazione sugli animali per come viene fatta è sbagliata, ma sono stati dimostrati metodi, anche se più lunghi e costosi, in cui si può attuare la sperimentazione senza infliggere sofferenze agli animali; trovo ribrezzo per quanto riguarda gli zoo; i circhi e così via…
    Ma quello che trovo del tutto sbagliato in quello che fanno è il modo di porsi… Come ho detto all'inizio del mio discorso esistono animalisti intelligenti e altri stupidi… Un'animalista intelligente si apre al dialogo pacifico e corretto; rispetta le idee altrui e cerca di discutere civilmente le idee sulla quale non si trova d'accordo!!!
    Però se prendi questa cerchia ristretta di animalisti, facenti parte di questo movimento, non cercano il dialogo ma lo scontro diretto!!! Ci ho provato a cercare un dialogo, a fare un ragionamento pacifico, ma è stato praticamente impossibile… Non c'è stata una sola risposta alle mie questioni e a quelle di altri; ho solamente ricevuto insulti… Puoi porre tutte le ragioni di questo mondo, come ad esempio quella che hai citato:

    Quote:
    In merito alla filosofia vegetariana penso inoltre che quelli che la praticano siano tutti occidentali che vivono nel benessere: andassero a dire ai bambini del terzo mondo, che sono vegetariani per necessità, di non mangiare una bistecca alla fiorentina, se ne avessero la possibilità.

    Non riceverai mai nessuna risposta e ragionamento se non essere preso per ignorante; per quello che non ci arriva o per quello per cui è impossibile parlarci!!!
    Oltretutto, il loro metodo o, se preferiamo, le loro battaglie poste in questa maniera risultano del tutto inutili e inefficaci se non per creare zizzania!!!

    #339129

    ^MANUSPIN^
    Partecipante

    Umberto hai detto tutto tu, sono estremisti fanatici, e purtroppo sono in pericolosa crescita. Augurano la morte a chi non la pensa come loro, come la povera Caterina Simonsen, gioiscono per la morte di pescatori e cacciatori; i ricercatori vivono ormai nella paura perché spesso subiscono pestaggi e dispetti di vario tipo.
    Io credo di potermi definire ambientalista ed amo gli animali, sono contrario ai circhi e agli zoo ma ritengo vergognosa la recente legge italiana contro la sperimentazione sugli animali e vivisezione. Non dimentichiamoci che gran parte dei progressi medici si sono fatti grazie a questo tipo di sperimentazioni. Gli animalisti sarebbero disposti a rinunciare alle cure mediche e lasciarsi morire nel malaugurato caso di una grave malattia, visto che quelle cure sono costate dolore e morte a tanti animali innocenti?
    Arrivati a questo punto per coerenza si dovrebbe vietare anche qualsiasi tipo di allevamento a scopo alimentare…mha.
    Non voglio aggiungere altro, ti ammiro per la pazienza che hai nel parlare con questi elementi, ciao.

    #339130

    tiburon88
    Partecipante

    Questa gente non si rende conto che, anche indirettamente, le ripercussioni degli stili di vita odierni sulla natura e sugli animali sono comunque devastanti. l' urbanizzazione, dighe, infrastrutture, rifiuti, consumo di energia, limitazione degli habitat…..questi sono tutti elementi che pur non arrivando all'estremo gesto dell' uccisione(che io preferisco chiamare prelievo…) a fine di scopo alimentare, pongono l'animale in una condizione di sofferenza estrema!! allora cosa facciamo? buttiamo giù tutte le case e andiamo a vivere allo stato brado nei boschi? non scherziamo….

    Io Ho rispetto profondo per gli animali, ho cani e gatti in casa e li tratto a dovere, anche gli animali selvatici devono essere rispettati siano essi pesci o animali terrestri. Il punto, come al solito, è che ci sono dei limiti che devono essere rispettati al fine di preservare l'ambiente, la fauna e la flora. Se si prelevasse il giusto e non quintali di pesce(lo stesso vale per la caccia..) avremmo mari e monti pienissimi di animali ma insieme a ciò dovremmo evitare di scaricare in mare rifiuti tossici o concimare i terreni con veleni per esempio…..

    Questa gente è solo fanatica e ottusa a tal punto da non vedere che l'uomo e antropizzazione in quanto tali hanno già distrutto la natura……..quindi, se non gli sta bene possono andare a vivere nei boschi oppure cercare qualche soluzione democratica per migliorare la situazione…..

    N.B. Ancora peggio di questi signori ci sono quelli che sono contrari alla caccia o alla pesca e poi mangiano tutti i giorni carne e pesce, oppure che sono contrari alla caccia ed a favore della pesca(come se un cinghiale di 80kg avesse maggiore dignità di un tonno di 250..) ed ancora quelli vegani che hanno un cane o un gatto in casa, con cosa pensano chi siano fatti i cibi per i cani o i gatti che comprano al supermercato???????appunto con carne e pesce….

    Se posso darvi un consiglio evitate questa gente, si tratta di stolti estremisti, tanto finchè nel nostro mare ci sarà un solo pesce nessuno riuscirà a toglierci la nostra passione(lo stesso vale per la caccia), cercate però di imporvi un codice etico ferreo e rispettarlo, così sarete apposto con voi stessi e con la natura.

    Saluti.

    #339131

    ^OLTREMARE^
    Partecipante

    Come hai giustamente detto Umberto, ci sono animalisti e animalisti. Questi che hai citato sono "integralisti" sullo stesso livello di quelli che si fan saltare con le bombe in medioriente. Essendo anche vegani molto probabilmente non assumono abbastanza "banane" e "patate"  <<<calabria<<< per cui sfogano in questo modo le loro frustazioni.
    A volte gli animalisti (non questi) non hanno tutti i torti a causa dei comportamenti di alcuni pseudo pescatori (e sul forum ne sappiamo qualcosa). Da parte nostra occorrerebbe un maggior rispetto della natura ed una maggiore consapevolezza dei problemi che affliggono il nostro mare e cercare di fare il possibile, ciascuno nel proprio piccolo, per non contribuire alla distruzione di questo mondo.

    #339132

    Varnon
    Partecipante

    I fanatici, in quanto appunto fanatici, andrebbero evitati. Nessuno è possessore della verità assoluta. In ogni caso, penso che se siamo nati onnivori, un motivo ci sarà, quindi nella nostra alimentazione è necessario che vi sia carne, pesce e verdure.

    Il comportamento di queste persone mi preoccupa parecchio, perché si pensa appunto che un animale è migliore di una persona, e questo va contro la preservazione della propria specie.

    Due righe anche sulla sperimentazione giusto per dire che comunque la vivisezione è illegale in Europa ed in molte altre parti del mondo, così come non si possono torturare gli animali. Ogni animale deve essere sedato prima di essere utilizzato per una sperimentazione, ad esclusione di quelle che riguardano appunto gli anestetici.
    A parere personale invece io approvo la sperimentazione per il semplice fatto che serve per evitare la morte di altre persone. Si parla di sperimentare su "cavie" umane, su volontari, ma questo sarà fatto anche in un secondo momento. All'inizio però è indispensabile passare per questo step per controllare cosa avviene al contatto con altri esseri viventi. E sinceramente se devo scegliere tra la morte di un topo e la morte di un uomo, preferisco la prima.
    Per quel che riguarda la ricerca ed altro, sono d'accordissimo che è un discorso troppo lungo da affrontare qui, e sopratutto sarebbe difficile da esprimere per via scritta, la forma migliorare sarebbe di persona. VOglio però far notare che le aziende farmaceutiche fanno ricerca invece molto spinta e spingono il confine della ricerca. Naturalmente essendo aziende e non agenzie no-profit lo fanno per avere un ritorno, quindi la ricerca verrà fatta prima sulle malattie più comuni, e dopo sulle altre. Anche a loro non conviene che vi sia uno stallo per un semplice motivo di brevetti, se scadono, loro perdono i profitti, quindi cercheranno sempre di inventare un qualcosa di diverso.

    Detto questo, spero vivamente di non incontrare un gruppo di animalisti mentre sono in pesca…

    #339133

    ^DRAYCON^
    Partecipante
    Quote:
    Questa gente non si rende conto che, anche indirettamente, le ripercussioni degli stili di vita odierni sulla natura e sugli animali sono comunque devastanti.

    Ciao Tiburon!!!
    Sai, in un mio commento, visto che sono così estremisti fino alla malattia vera e propria, ho fatto notare questo particolare punto che ho voluto sottolineare… In particolare, ho fatto molti esempi tra cui l'oro… Ora, sono sicuro che molti di questi, come tutte le persone del resto, portano qualcosa con se che è in oro: orecchini, bracciali, catenine qualche anello e così via… Bene, un terzo della produzione mondiale dell'oro proviene dal Sud Africa dove una delle pratiche maggiormente utilizzate è quella dell'utilizzo del mercurio!!! questo mercurio viene disperso nelle acque creando effetti devastanti sulla vita dei pesci, degli animali, delle piante e dell'uomo stesso…
    Essendo gente vegana, ho portato loro l'esempio della deforestazione, soprattutto per ciò che riguarda la costruzione di campi coltivati che portano via terreno utile per le specie selvatiche; ho fatto l'esempio dell'utilizzo di pesticidi, altro danno colossale prodotto dall'uomo… Avevo paura che si difendessero con l'agricoltura biologica, ma molti non sanno che una delle pratiche di questo tipo di agricoltura, sta nel sterilizzare chimicamente insetti patogeni e rilasciarli nei campi in modo che vadano a fecondare inutilmente gli insetti della stessa specie sterminandoli… Se sono animalisti, dovrebbero esserlo anche nei confronti degli insetti, non vi pare?
    Naturalmente, non ho mai ricevuto risposta a ciò degna di nota!!!

    Quote:
    A volte gli animalisti (non questi) non hanno tutti i torti a causa dei comportamenti di alcuni pseudo pescatori (e sul forum ne sappiamo qualcosa). Da parte nostra occorrerebbe un maggior rispetto della natura ed una maggiore consapevolezza dei problemi che affliggono il nostro mare e cercare di fare il possibile, ciascuno nel proprio piccolo, per non contribuire alla distruzione di questo mondo.

    Ciao Nicola!!!
    In questo ti do pienamente ragione!!! Infatti concordo con il fatto che molti appartenenti alla stessa nostra categoria, fanno più danno che non altro!!! Ma so, e in questo forum lo si vede chiaro come la luce del sole, che non tutti sono così… Noi stessi combattiamo contro i pescatori che non rispettano il mare e i suoi abitanti!!!

    Quote:
    Detto questo, spero vivamente di non incontrare un gruppo di animalisti mentre sono in pesca…

    Ciao Varnon!!!
    Te lo auguro vivamente!!! Perché questi mirano alla violenza vera e propria!!! Numerose sono le minacce da parte di questi verso altre persone che li sfidano a recarsi nelle proprie città!!! Eh sia ben chiaro, non sono minacce di interventi esclusivamente verbali…
    I loro obiettivi principali sono le fiere dedicate proprio alla caccia e alla pesca… Recandovi a queste manifestazioni, qualora aveste la sfortuna di incontrare questi pseudo-perbenisti, la cosa migliore da fare è di evitarli come la peste… Evitate di parlarci e soprattutto non passateci mai vicino… Ah quanto pare penso di aver capito uno dei loro modi di fare, cioè quello di beccarsi qualche calcio nel  >w<calabria>w<+ con il solo scopo di denunciarvi e di farvi passare come i cattivi della situazione!!! Quindi occhio!!!

Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)

Devi essere connesso per rispondere a questo topic.